P.S.D.I., la crisi di Governo impone decisioni rapide e responsabili per il Paese. Se la legislatura non è in grado di proseguire, auspicabile un celere ritorno alle urne

Occorre prendere atto che la maggioranza a supporto di Mario Draghi, e del governo di unità nazionale promosso 17 mesi fa dal Presidente della Repubblica, si è esaurita per negligenza e consunzione.
Al momento appare pertanto inevitabile la convocazione dei Presidenti dei due rami del Parlamento da parte del Presidente Mattarella.
Attendiamo dal Quirinale una rapida valutazione sull’opportunità di sciogliere le Camere per favorire la nascita di una maggioranza parlamentare, auspicabilmente con un’agenda progressista, socialista e democratica, ratificata dal voto popolare entro la prima settimana di ottobre per non rischiare l’esercizio provvisorio.
Rilanciare i progetti del PNRR, rispondere alle esigenze delle lavoratrici e dei lavoratori ed agire per superare la crisi diplomatica ed energetica internazionale che da mesi hanno gravi ricadute su milioni di cittadini anche attraverso l’imponente erosione economica dovuta all’inflazione, sono temi che dovranno rappresentare il faro da seguire per condurre il Paese in acque sicure.
Il P.S.D.I. sarà attento promotore di una coraggiosa agenda di governo che contempli diritti civili, giustizia sociale, tutela ambientale, ricerca scientifica e welfare universale a disposizione di tutte le forze politiche, economiche, sociali e sindacali del nostro Paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...