2 agosto 1980 – La Strage di Bologna fu una strage di matrice fascista

Alle 10 e 25 di quel sabato di agosto, nella sala d’aspetto di seconda classe della stazione di Bologna affollata di turisti e di persone in partenza, una bomba a tempo di fabbricazione militare, contenuta in una valigia abbandonata, venne fatta esplodere causando il crollo dell’ala Ovest dell’edificio.
L’esplosione dell’ordigno causò la morte di 85 persone e il ferimento e la mutilazione di oltre 200.
La comunità Socialista e Democratica non intende dimenticare, e si associa alle parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “Nel giorno dell’anniversario il pensiero si volge anzitutto ai familiari, costretti a patire il dolore più grande, che hanno saputo trasformare in impegno civile, per testimoniare all’intera società che le strategie del terrore mai prevarranno sui valori costituzionali della convivenza civile.
L’azione solidale dei familiari merita la gratitudine della Repubblica. La loro tenacia ha sostenuto l’opera di magistrati e di servitori dello Stato che sono riusciti a fare luce su autori, disegni criminali, ignobili complicità. La matrice neofascista della strage è stata accertata in sede giudiziaria e passi ulteriori sono stati compiuti per svelare coperture e mandanti per ottemperare alla inderogabile ricerca di quella verità completa che la Repubblica riconosce come proprio dovere”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...